Miniguida Kitesurf Nozioni di base

Miniguida sul kitesurf - Nozioni di base

corsi kitesurf

Associati con noi e fai kite in compagnia

Richiedi informazioni

Il Kitesurf o ala o aquilone è composto da una struttura portante di tubi chiamati bladder (o struts) e leading edge (o bordo d'attacco con all'interno una camera d´aria gonfiabile, rivestiti da tessuti particolari molto resistenti alla trazione e leggeri.

kitesurf napoli

Sulla parte anteriore del kite (front), si trova il bordo d´attacco (Leading edge), che sarà sia a terra che in volo, sempre perpendicolare alla direzione del vento, e che si riconosce facilmente perchè il gonfiabile al suo interno, è il più grande, e prende tutta la lunghezza del kite.
La parte posteriore invece non ha nessun gonfiabile e si chiama bordo d'uscita.

Il kite viene guidato con il boma che è fatto da un tubo di alluminio o carbonio al quale vengono collegati dei cavi chiamati linee di lunghezza variabile dai 25 ai 30 metri.

boma kitesurf
Barra o Boma serve a comandare il kite gestendo la direzione e la potenza. Può essere in lega di alluminio o fibra di carbonio
Chicken loop serve ad agganciarsi al trapezio
Sistema di Depower serve a regolare la potenza del kite
Pre lines servono nella ripartenza dall'acqua
Back line
Front line o linee di depower

Le linee esterne (back lines) del boma vanno collegate sui tip del lato posteriore del kite (back), mentre le linee interne (front lines) o linee del depower vanno sui tip del lato anteriore (front) del kite

Il corretto assemblaggio di barra e kite è fondamentale per la sicurezza

L'area di volo del kitesurf

Il kite vola esclusivamente in uno spazio ben delimitato che chiamiamo area o finestra di volo.
La possiamo immaginare visivamente come un quarto di sfera della quale noi siamo il centro e le linee del kite rappresentano il raggio.
L'area è sempre di fronte a noi quando abbiamo il vento che viene dalle nostre spalle ed è suddivisa in due zone fondamentali: Il bordo finestra e la power zone.

area volo kitesurf

Il bordo finestra lo possiamo individuare quando (con vento che proviene da dietro) poniamo il kite con le linee perpendicolari alla direzione del vento. Questa è la zona dove il kite prende meno vento, e la utilizziamo per decollare e atterrare, e per tenere fermo il kite in volo senza eccessivo sforzo.
Se il kite supera tale zona nella direzione del vento, va in stallo e cade.

La power zone è l´area che abbiamo di fronte a noi. Qui il kite prende molto più vento, e quindi utilizziamo tale area solo per partire in planata e saltare (in acqua con la tavola) .
Non va mai utilizzata per il decollo perchè sprigiona talmente tanta potenza da rendere il kite incontrollabile e pericoloso anche con poco vento.

Gonfiare il kite

Srotolare il kite nella direzione del vento con i bladder verso l'alto, assicurarlo a terra con della sabbia e cominciare a gonfiare prima tutti bladder, poi gonfiare leggermente la Leading edge e ruotare il kite di 90° portando la leading edge perpendicolare alla direzione del vento e finire di gonfiare fino alla , la (bordo d´attacco).
Quando il kite è gonfio, per posarlo sulla sabbia, lo capovolgiamo girandolo, con la leading edge in basso sempre perpendicolare alla direzione da cui proviene il vento, mettendoci dei pesi sopra (sabbia, tavola, trapezio) per non farlo volare

Questo è un accenno su ciò che bisogna conoscere per praticare il kitesurf. Ricordo a tutti che per imparare occorre seguire dei corsi con un istruttore qualificato

Se ti piace faccelo sapere

I nostri corsi di kitesurf

Impara il kitesurf

Nozioni di base

nozioni base kitesurf

Il Kitesurf o ala o aquilone è composto da una struttura portante di tubi chiamati bladder (o struts) e leading edge (o bordo d'attacco con all'interno una camera d´aria gonfiabile…»

Leggi le Nozioni di base

Miniguida materiali

Materiali Kitesurf

I kite o aquiloni utilizzati nel kitesurf sono passati negli anni da semplici aquiloni a due cavi a vere e propri ali con aerodinamica sofisticata e barra di comando (boma) tecnologica…»

Leggi la Miniguida materiali

Precedenze nel kitesurf

Precedenze nel kitesurf

Anche se ormai da anni esistono delle norme di precedenza nella pratica del kitesurf universalmente riconosciute, la Fiv ha provveduto e divulgarle in forma ufficiale in Italia…»

Precedenze nel kitesurf

Kitesurf security

Sicurezza nello sport

1530 Numero emergenza Capitanerie di porto

Hai imparato il kitesurf e sei diventato/a bravo/a...Ma rispetti le norme di sicurezza?
Scopri la security list e perchè devi rispettarla

Security list

Sicurezza in mare

1530 Numero emergenza Capitanerie di porto

Per l'emergenza in mare puoi usare il numero blu 1530 gratuito sul tutto il territorio nazionale ed attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno per metterti in contatto con la Guardia Costiera.